0086-574-86322282     sales@ltkey.com
  • Nome del prodotto
  • parola chiave
  • Modello di prodotto
  • Riepilogo del prodotto
  • Descrizione del prodotto
  • Ricerca full-text
Tu sei qui: Casa » notizia » Trend del settore » In che modo i LED UV possono aiutare a ridurre il coronavirus

In che modo i LED UV possono aiutare a ridurre il coronavirus

numero Sfoglia:67     Autore:Editor del sito     Pubblica Time: 2020-02-05      Origine:motorizzato

In che modo i LED UV possono aiutare a ridurre il coronavirus

La luce UV è stata ampiamente utilizzata nella disinfezione con un'ampia gamma di prodotti medici e non medici disponibili sul mercato. Nel momento in cui il mondo intero sta combattendo contro l'epidemia di coronavirus, i LED che forniscono virus UV che uccidono i virus potrebbero essere una soluzione pratica per prevenire l'infezione.

La luce UV è germicida perché inattiva i microrganismi distruggendo gli acidi nucleici e distruggendo il loro DNA con la sua breve lunghezza d'onda. Inoltre, l'ossigeno può anche assorbire energia dalla luce UV per formare ozono per la disinfezione.

lunghezza d'onda

Secondo le attuali conoscenze, la luce UV con una lunghezza d'onda di 200-280 nm è la più germicida. Per diversi microrganismi, l'effetto della luce UV varia. La luce al mercurio è stata a lungo una fonte di luce UV con una lunghezza d'onda di irraggiamento di 253,7 nm. Con lo sviluppo migliorato della tecnologia LED, il LED sintonizzabile può fornire luce UV con lunghezze d'onda specifiche. Le applicazioni basate su LED UV con maggiore potenza e lunghezze d'onda sintonizzabili dovrebbero essere i prodotti di disinfezione di nuova generazione per usi medici.

L'effetto dell'irradiazione germicida UV dipende dalla temperatura e dall'umidità dell'ambiente. Il tempo suggerito per l'esposizione alla luce UV è di almeno 30 minuti, ma occorrerà più tempo per ottenere lo stesso effetto quando è inferiore a 20 gradi o oltre 40 gradi Celsius e l'umidità relativa supera il 60%. Per distruggere in modo più efficace ed efficiente batteri e virus, NSF International ha rivisto lo standard di trattamento dell'acqua potabile con la tecnologia LED UV inclusa.

Il nuovo coronavirus è una specie di virus RNV a filamento singolo a senso positivo, uguale al virus SARS e MERS. Le ricerche sulla SARS hanno scoperto che questo tipo di virus è sensibile alle radiazioni di calore e alla luce UVC e può essere ridotto quando l'esposizione all'irradiazione UVC è maggiore di 90 μW / cm2. Quindi, in teoria, la luce UV sarebbe in grado di distruggere il nuovo coronavirus (2019-nCov). Tuttavia, nessuna ulteriore ricerca ha dimostrato l'effetto della luce UV sui virus attaccati alle goccioline al momento.

Per prevenire l'infezione, lavarsi spesso le mani con acqua e sapone e usare alcol per disinfettare le mani è ancora un modo circolare per evitare la diffusione di virus.

(Citazione da LEDinside)

Contattaci
Copyright © LiteKey Co., Ltd. Tutti i diritti riservati.Mappa del sito